Gli Esedra







"Esedra" nasce nel 2005, portando alla luce atmosfere con cenni a generi e sonorità articolate; con le loro diverse esperienze riesce ad intrecciare il jazz al funky, la fusion al flamenco, l'etnico al progressivo. Il gruppo nasce dall'esperienza decennale di diversi progetti musicali, avendo individualmente collaborato con svariati artisti nazionali tra cui Yuri Camisasca e partecipato ai seminari di Giulio Capiozzo e Dario Deidda; inoltre grazie all'esibizione con artisti di fama internazionale Modena City Ramblers al Leoncavallo di Milano, Kunsertu, James Taylor Quartet e la Mike Stern Band (2007), la Victor Wooten Band e la Trilok Gurtu Band (2008) ed i Gong (2009),Soft Machine Legacy (2010), Henderson/Berlin/Chambers (2012), il gruppo ha potuto maturare un progetto musicale, ad oggi ricco di sperimentazioni sonore. L’estate 2009 vede l’Eterogenea Tour in giro per la Sicilia, mentre a febbraio 2010 gli Esedra si sono esibiti in Egitto per il Consolato Generale d’Italia in Egitto presso il prestigioso Centro de Portugal Club di Alessandria d’Egitto ed il Makan Egyptian Center for Culture & Art del Cairo. Il 2010 ha visto gli Esedra impegnati anche nell'Eterogenea e nell'Architettura Orchestrale in decine di piazze e club siciliani. Il 2011 risulta un anno significativo per gli Esedra; infatti da uno studio accurato nasce “Le Macchine di Leonardo”, uno straordinario spettacolo che omaggio il genio Leonardo Da Vinci, con una scenografia costruita con meccanismi dell'inventore. Lo spettacolo inoltre è ricco di artisti, le cui performance rifiniscono la musica funky-fusion-jazz degli ESEDRA. Il 2012 inizia per gli Esedra con gran successo, in occasione della vincita del prestigioso European Jazz Contest di Capurso con giuria presieduta da Filippo Bianchi, critico musicale e presidente onorario Europe Jazz Network; nella giuria anche Sandra Costantini, direttore artistico Crossroads, Ravenna Jazz; Pino Minafra, musicista, docente; Fabrizio Versienti, giornalista e critico musicale (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz); Ugo Sbisà, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, docente di storia ed estetica della musica jazz; Marco Losavio, publisher Jazzitalia, direttore artistico Ueffilo Jazz Club; Michele Laricchia, direttore artistico Multiculturita SJF; Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente.

Designed By Alex Web Designer